Autorizzazione all’uso dei cookie

Tu sei qui

Piano dell'inclusione

Argomenti (tag): 

IC fa propria la definizione che di Bisogni Educativi Speciali dà Dario Ianes, psicologo e pedagogista da anni in prima linea sul tema dei bisogni speciali.

“Gli alunni con bisogni educativi speciali vivono una situazione particolare, che li ostacola nell’apprendimento e nello sviluppo: questa situazione negativa può essere a livello organico, biologico, oppure familiare, sociale, ambientale, contestuale o in combinazione di queste. […] Queste difficoltà possono essere globali e pervasive (si pensi all’autismo) oppure più specifiche (ad esempio nella dislessia), settoriali (disturbi del linguaggio, disturbi psicologici d’ansia, ad esempio); gravi o leggere, permanenti o transitorie”.

Quello dell'IC vuole essere un ambiente educativo inclusivo  quindi, prima di tutto, un ambiente che conosce bene i soggetti nella situazione di apprendimento, ne sa valutare le potenzialità e i limiti e sulla base di questi riformula la propria didattica, anche in collaborazione con tutte le risorse disponibili nella scuola e nel territorio.
Alcune pratiche applicate presso l'IC riconosciute come inclusive , cioè in grado di coinvolgere e attivare, nelle potenzialità che ognuno può mettere in gioco, anche coloro cui la lezione frontale non apporta alcun beneficio, sono:

La didattica cooperativa;

La didattica laboratoriale;

La didattica esperienziale;

La didattica per compiti autentici o per progetti.

 

AllegatoDimensione
PDF iconpai_2020-21_giugno_2020.docx.pdf209.51 KB

Sito realizzato e distribuito da Porte Aperte sul Web, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici, nell'ambito del Progetto "Un CMS per la scuola"
Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.

CMS Drupal ver.7.71 del 03/06/2020 agg.17/06/2020